Cosa avrei voluto sapere quando ho iniziato ad imparare una nuova lingua

pexels-photo-207658

(English below)

Eccoti qui, pronto ad affrontare una nuova sfida: imparare una lingua. Hai comprato il libro di grammatica, scaricato i file audio e impostato Google Traduttore come prima pagina sul browser Internet. Sarà una figata! Non ci vorrà nulla per diventare fluente in questa lingua, vero? Le prime settimane scorrono via; tutto quello che fai cerchi di farlo nella tua nuova lingua. E poi, all’improvviso, inizi a stancarti. Non sembra fare progressi, non capisci meglio quello che dicono nei telefilm, non riesci a leggere i giornali stranieri. La vita si mette in mezzo e si ferma tutto. Anche io ci sono passata.

Le 5 cose che avrei voluto sapere quando ho iniziata ad imparare una nuova lingua:

  1. Iscriviti ad una scuola di lingue o prenditi uninsegnante. Mi rendo conto che non sono completamente obbiettiva essendo io un’ insegnate, ma sono anche stata una studentessa. È semplicemente più divertente studiare con altre persone e soprattutto sarai obbligato a studiare regolarmente. Un’ insegnate ti aiuterà a lavorare sui tuoi punti deboli, festeggiare i progressi e assicurarti di mettere in pratica tutti e 4 gli elementi di una lingua (ascolto, scrittura, lettura e parlare).
  2. All’inizio, niente aspettative, invece goditi semplicemente il percorso. Non metterti nessuna deadline per imparare e festeggia ogni volta che hai raggiunto un altro traguardo: essere capace di chiedere per un caffè, capire cosa dicono in TV, esprimere come ti senti, scrivere la tua prima email.
  3. All’inizio, tieni le cose semplici. Imparare una nuova lingua deve essere un piacere senza preoccupazioni se sei più lento dello studente medio. Impariamo tutti ad un ritmo diverso. Non iniziare volendo leggere subito Saul Bellow, magari aiuta di più l’apprendimento iniziando con un libro per bambini. Ti garantisco che rimarrai sorpreso da quante storie fantasistiche ti stavi per perdere. E magari invece di guardare quel film noir, guardi un film di Disney nella lingua che stai studiando. Non vergognarti a mettere i sottotitoli nella tua lingua. Con il tempo farai anche senza.
  4. Inizia a parlare presto. Non preoccuparti per eventuali errori e soprattutto non con l’insegnate! Metti in pratica cosa hai imparato mentre stai imparando. Di nuovo: tieni le cose semplici. Inizi con frasi semplici per avere pian piano più fiducia con la lingua: di ai tuoi amici dove sei stato oggi e cosa hai mangiato o prova a dare un nome a tutto quello che vedi mentre lavi i denti o stai andando al lavoro.
  5. Pratica la fonetica corretta fin dall’inizio. Non dare una possibilità ad una fonetica imprecisa di mettere radici che poi sarà difficile correggere.
  6. Abbi pazienza, tanta pazienza. Ci vuole tempo e costanza per imparare una nuova lingua.

Divertiti con questi primi passi in una nuova lingua.  E’ una sensazione unica scoprire i modi particolari che esistono di vedere e raccontare il mondo!


What I had wished I had known when I started learning a new language

So here you are. Ready to take on a new language. You buy the grammar books, download the audio files and have Google Translate set as the first screen to open on your computer. This will be great! You’ll be speaking a new language in no time. The first few weeks fly by. Everything you do, you try to do it in your new language. And then, all the sudden, fatigue sets in. You don’t feel like you’re making progress, you don’t feel like you understand any better what they are saying on the TV shows, you’re still not able to read those newspapers. Life gets in the way and you stop studying. I have certainly been there.

Here are 5 things I wish I had known when I started learning a new language that may be of help:

  1. Join a language class or get a teacher. Yes, I am aware that I am not completely objective, being a teacher myself, but I have also been a student. It’s just more fun to study and practice with other people and it obliges you to regularly study. A teacher will help you work on your weaknesses, celebrate your advancements and make sure you practice all four language skills (listening, writing, reading, speaking).
  2. In the beginning, keep expectations low. Don’t set any deadlines, don’t have any expectations of when you want to be able to reach fluency. Just enjoy learning and celebrate every time you reach another milestone: being able to ask for a coffee, understanding what they just said on TV, writing your first email.
  3. Keep it simple. Again, at the beginning don’t overburden yourself with expectations. Learning a new language should be fun and don’t worry if you’re faster or slower than the average student. We all learn at a different pace. Don’t start out with wanting to read Saul Bellow, but reach for children’s books instead. You’ll be surprised by how many fantastic stories are out there that you are missing out on. Maybe instead of that film noir, watch a Disney movie but in the language you are studying. And don’t be shy about setting the subtitles in your own language. Eventually, you’ll be able to do without.
  4. Start speaking early. Don’t worry about making mistakes, put into practice what you are learning while you are learning! Start with simple sentences to feel your way around the language: tell your friends at random moments your name and where you are from, try to name what you see when taking a shower or on your way to work.
  5. Practice proper phonetics right from the start. Don’t give faulty phonetics a chance to take root.
  6. Have patience, a lot of patience. It takes time to learn a new language.

Have fun taking the first steps into a new culture and discover different ways of seeing the world!

 

La radio

805[1]

(English version below)

Il consiglio che do sempre ai miei studenti è di ascoltare la radio.

Sono magari un po’ vecchia scuola, ma penso davvero che la radio possa offrire un’opportunità eccellente per praticare la vostra capacità d’ascolto. Ci sono stazione radio per ogni argomento con programmi davvero interessanti. I dialoghi sono autentici e non recitati in modo artificioso per un corso di lingue.

Durante la giornata ho sempre la radio in sottofondo. Così, appena volessi prendere una breve pausa dal lavoro, mi potrei rilassare esercitando la mia capacità d’ascoltato.

Ricordatevi che ascoltare aiuta:

  1. Processare subconsciamente una lingua
  2. Famigliarizzarsi con il ritmo di una lingua
  3. Famigliarizzarsi con la struttura di una lingua
  4. A parlare, dato che ascoltare è un elemento importante per essere capace di avere una conversazione

Ma non basta avere la radio in sottofondo nella lingua che volete imparare, fate anche un sforzo di ascoltarla davvero. Trovate 10 minuti al giorno, per esempio 5 al mattino e 5 quando tornate dal lavoro. Non preoccupatevi se non capite subito tutto quello che dicono. Provate solo a capire a grandi linee quello che viene discusso e vedrete che nel tempo capite sempre di più.

Quali stazione radio ascolto io? Per l’inglese: BBC World Service, BBC Radio 4 e KPCC Radio. Per l’olandese: NPO Radio 1 e BNR. Per l’italiano: soprattutto Rai Radio 1 e qualche volta Radio Deejay o Rai Radio 2.

Divertitevi ascolatando e fatemi sapere quale sono le vostre stazione radio preferite!


The one piece of advice I always give my students is to start listening to the radio.

It might be a bit old school, but I think the radio provides an excellent opportunity to practice your listening skills. There are some great radio stations out there with programs on any kind of subject and in any kind of language. The discussions are as people would have them in real life, they have not been staged for language students and are often fast paced and lively.

During the day, I always have the radio on in the background. This way, when I take a short break from work, I can sit back and relax while practicing my listening skills.

Remember that listening helps you:

  1. Subconsciously process language
  2. Expose yourself to the language’s rhythms
  3. Gain a sense of the language patterns
  4. Speak, since listening is an important part of being able to hold a conservation

But don’t just have the radio on for some noise in the background that happens to be in the language you want to learn. You need to actively listen. Just find 10 minutes a day to listen. 5 in the morning, 5 on the way back from work. And do not worry if you are not able to understand everything they are saying right from the get-go. Just try to get the gist of what is being discussed and you will see that over time you will be able to understand more and more.

So, which radio stations do I listen to? English: BBC World Service, BBC Radio 4 and KPCC Radio. Dutch: NPO Radio 1 and BNR. Italian: mainly Rai Radio 1 and sometimes radio Deejay or Rai Radio 2.

Enjoy your listening breaks and let me know which stations are your favorite!